News


Privacy si, privacy no: una check-list per la verifica di conformità al Regolamento Ue 679/2016
Giu

01

2018

Privacy si, privacy no: una check-list per la verifica di conformità al Regolamento Ue 679/2016

Premesso che il concetto di privacy di questi tempi è molto relativo, di fatto a partire dal 25 Maggio 2018 è in vigore il Regolamento Ue 679/2016 che dispone la nuova normativa in materia, immediatamente vincolante in tutti gli Stati Membri; Premesso anche che il Regolamento europeo è una fonte del diritto alquanto generica che, comunque, necessita di decreti di coordinamento emanati a livello nazionale e possibilmente di indicazioni operative che dovrebbero essere fornite da enti quali associazioni rappresentative e ordini professionali; Considerato che di fatto l’adozione dei decreti di coordinamento ancora non è avvenuta (per quelli c’è tempo) e che indicazioni operative “dall’alto” non sempre arrivano; E’ bene cominciare a conformarsi al nuovo Regolamento effettuando valutazioni e adottando misure di propria iniziativa, coerentemente al principio di accountability (responsabilizzazione) su cui...

Read More


Garanzia Over: al via l’inserimento dei cv
Nov

30

2016

Garanzia Over: al via l’inserimento dei cv

Dal 25 Novembre i candidati "over 30" in cerca di lavoro possono procedere all'inserimento del proprio cv sul portale borsalavoro.regione.abruzzo.it per partecipare al bando "Garanzia Over", la misura attivata dalla Regione per favorire l’inserimento lavorativo degli “over 30” residenti in Abruzzo che versano in stato di disoccupazione. In questo modo potranno essere selezionati dai datori di lavoro che, in un secondo momento, effettueranno le assunzioni usufruendo degli incentivi previsti dalla misura. Chi è già iscritto deve entrare al portale inserendo le credenziali a suo tempo inviate e poi dare l’adesione a "Garanzia Over". Nel caso in cui tali credenziali non siano a disposizione o siano andate perse, il candidato deve inviare una email all’indirizzo: gg.assistenza@regione.abruzzo.it. Dal prossimo 5 Dicembre, invece, sarà possibile per i datori di lavoro presentare domanda per accedere agli incentivi attivando la procedura online. Maggiori dettagli sono disponibili sul sito della Regione Abruzzo.    


“Garanzia Over”: approvato il bando per disoccupati over 30
Nov

16

2016

“Garanzia Over”: approvato il bando per disoccupati over 30

Il 16 Novembre 2016 è stata pubblicata la delibera di approvazione del bando "Garanzia Over", con il quale la Regione Abruzzo intende sostenere giovani over 30 residenti in Abruzzo in cerca di occupazione. Il bando prevede l'erogazione di finanziamenti da 6000 a 12.000 euro, alle imprese che assumono i lavoratori suddetti a tempo indeterminato. Nel caso venga attivato preventivamente anche un tirocinio, al datore di lavoro, oltre all'aiuto previsto per l'assunzione a tempo indeterminato, viene rimborsata anche l'indennità corrisposta al tirocinante (massimo 3600 euro). Maggiori dettagli sulle modalità di partecipazione al bando sono disponibili al seguente link e sul sito della Regione Abruzzo dove è possibile reperire la documentazione ufficiale.


Voucher: nuovi obblighi di comunicazione
Ott

18

2016

Voucher: nuovi obblighi di comunicazione

Entrano in vigore le novità contenute nel decreto legislativo n. 185/2016 inerenti il lavoro accessorio. Con la circolare n.1/2016 l'Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce indicazioni operative sulla tracciabilità dei voucher e sulla disciplina sanzionatoria. L'obbligo di comunicazione preventiva, richiesto dalle nuove norme, dovrà essere rispettato da imprenditori non agricoli e professionisti almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione e dovrà riguardare ogni singolo lavoratore che sarà impegnato in prestazioni di lavoro accessorio. Sebbene per il committente resti invariata la dichiarazione di inizio attività già prevista nei confronti dell’INPS, egli dovrà, entro un'ora dall’inizio della prestazione, inviare una e-mail alla competente Direzione del lavoro - agli indirizzi di posta elettronica creati ed indicati in un documento allegato alla circolare - indicando il suo codice fiscale, la sua ragione sociale (da riportare anche nell’oggetto della e-mail) e i dati della prestazione con il voucher: dati anagrafici o codice fiscale del lavoratore; luogo della prestazione; giorno di inizio della prestazione ed ora di inizio e fine prestazione. Per gli imprenditori agricoli varrà lo stesso termine di 60 minuti prima della prestazione, ma con contenuti parzialmente diversi. La comunicazione dovrà, infatti, contenere i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore; il luogo della prestazione e la durata con riferimento ad un arco temporale non superiore a 3 giorni. La violazione del nuovo obbligo comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa che va da euro 400 ad euro 2.400 in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione. L'Ispettorato  invita i committenti a conservare una copia dell'email trasmessa alla Dtl così da semplificare l'attività di verifica del personale ispettivo. Si informa, inoltre, che al termine della creazione di un'infrastruttura tecnologica che semplifichi i nuovi obblighi di comunicazione, sarà possibile definire la comunicazione tramite SMS o introdurre ulteriori modalità applicative della disposizione. Per consultare il testo della Circolare del Ministero del Lavoro: link Per maggiori informazioni sul Decreto 185/2016 "Correttivo al Jobs Act": link


Jobs Act: In vigore il correttivo
Ott

18

2016

Jobs Act: In vigore il correttivo

Dal giorno 8 ottobre 2016 è in vigore il D.Lgs. n. 185 del 24 settembre 2016, correttivo del c.d. Jobs Act. Nello specifico le novità interessano principalmente:

  • il contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca e quello per la qualifica e per il diploma professionale;
  • il lavoro accessorio;
  • il procedimento per la concessione della CIGO;
  • la decorrenza della sospensione/riduzione dell’orario per la CIGS;
  • i contratti di solidarietà espansiva;
  • interventi per le imprese di rilevante interesse strategico per l'economia nazionale;
  • la NASpI per gli stagionali;
  • la percentuale di risorse che le regioni e le province autonome possono utilizzare per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga;
  • il c.d. collocamento obbligatorio.
Per consultare una scheda di sintesi delle principali novità: link


Brexit: Effetti su lavoro e tutele
Set

06

2016

Brexit: Effetti su lavoro e tutele

La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha effettuato un’analisi sui possibili effetti della Brexit sui lavoratori che è stata diffusa da Labitalia. Sottolinea lo studio che gran parte della normativa in tema di lavoro degli Stati Membri deriva direttamente e indirettamente da normative comunitarie e pertanto sarà inevitabile un abbassamento delle tutele ad esempio in materia di flessibilità, part-time, contratti a termine, trasferimenti di azienda e orario di lavoro laddove il governo inglese non saprà preservare i sistemi giuridici ormai promulgati. Dall’analisi emerge che la questione non si esaurirà con la riduzione della mobilità dei lavoratori, ovvero con l’inapplicabilità delle normative comunitarie in materia di distacco e protezione sociale, bensì si estenderà anche a tutti quegli obblighi di mantenimento dei livelli minimi di tutela ormai diffusi nel mercato europeo e a cui si devono uniformare anche stati non europei. Lo studio della Fondazione Studi è disponibile al seguente link


Fonderia Abruzzo: giornata di idee e progetti per il futuro
Giu

20

2016

Fonderia Abruzzo: giornata di idee e progetti per il futuro

Sabato 9 Luglio 2016 si terrà una giornata per raccogliere idee, contributi e progetti da parte di imprese, rappresentanze  e singoli cittadini in modo da definire insieme ai policy makers nazionali e regionali le priorità di governo del territorio.   Per maggiori informazioni e per iscriversi all'evento: link  


Bonus Assunzioni Garanzia Giovani
Apr

11

2016

Bonus Assunzioni Garanzia Giovani

  Al fine di promuovere l'inserimento occupazionale dei giovani registrati al programma Garanzia Giovani sono previste delle agevolazioni per le imprese che assumono sia con contratti a tempo determinato che indeterminato. Gli importi del bonus occupazionale ammontano a:

  • 1.500 euro per giovani dalla profilazione alta o 2.000 euro per quelli dalla profilazione molto alta, assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 6 mesi
  • 3.000 euro per giovani dalla profilazione alta o 4.000 euro per quelli dalla profilazione molto alta, assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 12 mesi
  • da 1.500 euro a 6.000 euro, in funzione della classe di profilazione del giovane, per assunzioni a tempo indeterminato.
A partire dal primo Marzo 2016, inoltre, è partita la Misura "Super Bonus Occupazionale Trasformazione Tirocini" con l'obiettivo di promuovere la trasformazione dei tirocini in contratti di lavoro. La Misura prevede che in favore di un qualsiasi datore di lavoro che assuma con un contratto di lavoro a tempo indeterminato un giovane che abbia svolto, ovvero stia svolgendo un tirocinio extra- curriculare finanziato nell'ambito di Garanzia Giovani, sia riconosciuto un Super Bonus Occupazionale. L'importo dell'incentivo, che va dai 3.000 ai 12.000 euro, è determinato in base alla classe di profilazione assegnata  al giovane dai Centri per l'Impiego ed è fruibile in 12 quote mensili di pari importo. L'incentivo potrà essere fruito dai datori di lavoro che attiveranno un contratto di lavoro a partire dal 1° marzo 2016 e fino al 31 dicembre 2016, solo relativamente ai tirocini avviati entro il 31 gennaio 2016 ed è cumulabile con altri incentivi all'assunzione di natura economica o contributiva non selettivi. Maggiori informazioni sulle modalità per fruire degli incentivi sono disponibili sul sito Garanzia Giovani


Incentivi per nuove assunzioni nel 2016: La Circolare esplicativa dell’INPS
Mar

31

2016

Incentivi per nuove assunzioni nel 2016: La Circolare esplicativa dell’INPS

Nella Circolare n. 57 del 29 Marzo 2016 l'INPS ha chiarito tutti gli aspetti applicativi del nuovo esonero contributivo per le assunzioni effettuate nel 2016 di lavoratori a tempo indeterminato, in particolare: Misura dell'incentivo: L’incentivo è pari al 40 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all' INAIL, nel limite massimo di un importo di esonero pari a 3.250 euro su base annua.  La sua durata è pari a ventiquattro mesi a partire dalla data di assunzione. A chi spetta: Il beneficio si applica a tutti i datori di lavoro privati e, ancorché con misure, condizioni e modalità di finanziamento specifiche, anche ai datori di lavoro agricoli. Restano esclusi dal beneficio i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro domestico, in relazione ai quali il quadro normativo in vigore già prevede l’applicazione di aliquote previdenziali in misura ridotta rispetto a quella ordinaria. Condizioni: L’esonero contributivo spetta a condizione che, nei sei mesi precedenti l’assunzione, il lavoratore non sia stato occupato, presso qualsiasi datore di lavoro, con contratto a tempo indeterminato. Inoltre, il Legislatore ha escluso l’applicazione del beneficio laddove, nell’ arco dei tre mesi antecedenti la data di entrata in vigore della Legge di stabilità 2016, il lavoratore assunto abbia avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l’incentivo ovvero con società da questi controllate o a questi collegate ai sensi dell’art. 2359 c.c., nonché facenti capo, ancorché per interposta persona, al datore di lavoro medesimo. Il beneficio non spetta con riferimento a lavoratori per i quali il medesimo incentivo sia già stato usufruito in relazione a precedente assunzione a tempo indeterminato. Per maggiori informazioni sulle modalità di applicazione dell'incentivo: Circolare INPS n.57 del 29/03/2016



Page 1 of 41234